I Leoni volano al Torneo Internazionale di Eindhoven

I Leoni Sicani hanno appena spento la loro settima candelina. Dopo sette campionati italiani, tre Playoff disputati, ed un terzo posto al Torneo Internazionale di Varese sono pronti a vivere l’esperienza probabilmente più forte della loro breve, ma intensa, storia. Inizia il conto alla rovescia, tra un mese si parte alla volta di Eindhoven. Al torneo per squadre di club più importante al mondo quest’anno ci sono anche i belicini gialloverdi. Una vera e propria passerella di campioni che da anni danno spettacolo in giro per l’Europa.

Dodici squadre, cinque Paesi: Italia (Leoni Sicani, Sharks Monza, Dolphins Ancona), Olanda (GP Bulls Eindhoven, padroni di casa), Germania (Black Knights Dreieich, Torpedo Ladenburg, Münich Animals, Rurh Rollers Essen), Svizzera (Rolling Thunder Bern e Iron Cats Zürich), Belgio (Gidos Screamers e Somival Waregem). La formula è la stessa di ogni torneo internazionale che si rispetti: due raggruppamenti da sei, passano le prime due incrociandosi in semifinale.

Per l’occasione scenderanno per la prima volta in campo con la maglia dei Leoni due amici, uno stick e una mazza. Il primo è una vecchia conoscenza del wheelchair hockey siciliano, è trapanese, per molti anni è stato uno dei pilastri degli Star Trek, ha smesso di giocare cinque anni fa, e da qualche anno vive in Germania con sua moglie. Stiamo parlando del grande Daniele Manzo, uno di quelli che sa fare gruppo con la semplicità del suo inconfondibile umorismo. Il secondo è un Hall of Fame del movimento italiano, ex Nazionale dalla tecnica magnetica, capace di sfiorare uno scudetto a sedici anni praticamente da solo. È Andrea Ronsval, e non ha bisogno di ulteriori presentazioni. Facciamo un sentito in bocca al lupo ad entrambi.

Ciò che sicuramente non mancherà ad Eindhoven sarà lo spettacolo. I migliori giocatori al mondo ci sono praticamente tutti. I favoriti d’obbligo sono, ovviamente, i padroni di casa. I Gp Bulls, ad oggi, sono i più forti al mondo, con la coppia di mazze Van den Boomen (probabilmente il più vincente giocatore di sempre, anni fa in forza ai De Pont Rotterdam) ed il giovanissimo marziano Jules Van der Heijden. Tanto per intenderci, i due “piccoletti” che appena un anno fa hanno schiantato la nostra Nazionale in finale all’Europeo. Bello schieramento in arrivo dalla Germania, con i Black Knights campioni Nazionali guidati da Nasim Afrah, altro “piccoletto” infernale, e le storiche compagini che per anni si sono date battaglia per il titolo teutonico, i Torpedo di Re Emmering (golden gol ai Mondiali del 2010) ed i Münich Animals. Infine lui, il più grande di tutti. Gioca con la maglia gialloblu dei Gidos, ed è uno di quei miti senza bandiera. È Bjorn Sarrazyn, la sintesi del giocatore perfetto.

Cosa si può volere di più? Ci apprestiamo a vivere una di quelle avventure che, sappiamo già, rimarranno indelebili nelle nostre menti. Quando ti confronti con l’eccellenza non puoi che crescere anche tu, e l’obiettivo dei Leoni Sicani non può che essere questo. Poche settimane e riaccenderemo i motori, stavolta, però, nella patria del wheelchair hockey. Si va ad Eindhoven amici!

Leave a Reply